Privacy Policy Cookie Policy
blog

Nausea e Iperemesi Gravidica

La nausea è un disturbo gastrointestinale comune in gravidanza. Nel primo trimestre si può andare incontro a nausea e/o vomito in maggior misura al mattino. A volte può essere eccessiva/o e incontrollabile fino a divenire patologica.

Nel corso del primo trimestre si verifica nell’80%-85% delle gravide e nel 52% dei casi si presenta associata a vomito. Nausea e vomito si riscontrano più spesso nelle gravidanze multiple. L ’iperemesi gravidica, quale forma persistente di nausea e vomito altamente debilitante, è invece un disturbo meno frequente, con un’incidenza stimata di 3,5 su 1.000 parti. La maggioranza delle donne (94%) inizia a soffrirne entro 8 settimane e circa un terzo (34%) entro 4 settimane dall’ultima mestruazione. Il disturbo cessa entro 16-20 settimane in circa l’87%-91% delle donne. Solo l’11%-18% delle gravide dichiara che gli episodi di nausea sono limitati alla mattina. Una revisione sistematica di studi osservazionali ha rilevato un’associazione fra nausea e vomito e diminuzione del rischio di aborto spontaneo.

RIMEDI:

L’efficacia dello zenzero (radice di Zingiber officinale, ginger) nel trattamento della nausea e del vomito
gravidico è documentata da diversi studi randomizzati. La riduzione della nausea e degli attacchi di vomito si può avere con la somministrazione di zenzero sottoforma di capsule o di sciroppo

L’efficacia della vitamina B6 è stata studiata in due diverse revisioni sistematiche che hanno rilevato una riduzione della nausea ma non del vomito.

A livello nutrizionale è consigliabile ridurre il volume totale dei pasti, masticando lentamente, prediligendo cibi secchi e digeribili, quindi alimenti ricchi di carboidrati ma poveri di grassi. Evitare latte intero, salumi, formaggi grassi, carni e pesci grassi, dessert cremosi o grassi perché impegnano lo stomaco a lungo peggiorando la situazione. Invece un peggioramento della nausea si ha con l’assunzione di sostanze nervine come cioccolato, caffè, e con l’assunzione di menta e bevande alcoliche.

L’iperemesi è caratterizzata da perdita di peso disidratazione e chetosi. Spesso in questi casi si deve ricorrere all’ospedalizzazione della paziente.