Privacy Policy Cookie Policy
blog

PCOS

La sindrome dell’ovaio policistico affligge una percentuale variabile tra il 5 e il 10 % di donne in età fertile ed è una disfunzione che interessa l’ipotalamo, l’ipofisi, le ovaie, i surreni e il tessuto adiposo. Può esordire già durante l’adolescenza con irregolarità mestruali e si accompagna a diverse disfunzioni metaboliche (obesità, dislipidemia, ipertensione, diabete gestazionale, gestosi) e ormonali.

Nella PCOS si ha infatti un aumento degli ormoni maschili (iperandrogenismo) che porta allo sviluppo di caratteristiche tipicamente maschili come irsutismo, acne, alopecia, ipertrofia muscolare. Nelle donne affetta da PCOS è presente anche un eccesso di insulina che a sua volta contribuisce all’iperandrogenismo e porta all’insulino resistenza. È presente anche un eccesso di prolattina che causa le irregolarità del ciclo mestruale. La causa di questa sindrome è sconosciuta e probabilmente è legata ad un insieme di fattori diversi ad esempio predisposizione genetica, fattori ambientali, fattori epigenetici (legati quindi allo stile di vita e alla dieta), esposizione ad alti livelli di androgeni durante la vita prenatale. La diagnosi della sindrome dell’ovaio policistico viene fatta in presenza di 2 dei 3 criteri seguenti: presenza di irregolarità ovulatorie e mestruali, iperandrogenismo, presenza di cisti o microcisti ovariche.

Le strategie nutrizionali favoriscono un netto miglioramento della sintomatologia, in particolare la personalizzazione delle indicazioni dietetiche possono fare la differenza. La dieta ha infatti lo scopo di ridurre l’infiammazione, di ridurre l’insulino-resistenza migliorando quindi il quadro ormonale. Già una perdita del 5-10 % del peso corporeo in una donna obesa o in sovrappeso affetta di PCOS aumenta considerevolmente le possibilità di concepire. Una dieta a basso indice glicemico e antinfiammatoria ha il vantaggio di abbassare i livelli di testosterone libero riequilibrando la quota di progesterone e aumentando la frequenza dei cicli ovulatori.